(PAESAGGI UMANI)

Il senso di Roberto per la cucina

"Progettavo l'involucro degli edifici, mi scervellavo in calcoli strutturali. Ero e resto un ingegnere. Perché gli studi sono stati duri e avviare il lavoro di più. Ma dentro poi mi è scoppiata una passione e tutto è cambiato. Coltivo la terra e cucino per chi ha piacere di sedersi alla mia tavola. E non lo chiamo hobby. E' felicità, su questa collina di Montalto affacciata sulla Valle del Crati.

Il mio orto è a pochi metri dalla cucina da cui mi godo tutti i colori della natura. Ora i miei alberi di mandarino traboccano di frutti. E sono maturi anche i "piretti" e i melangoli, antiche varietà di agrumi. Ho raccolto in un cesto i peperoncini. A due passi da qui c'è un allevamento che mi dà i tagli migliori di vacca podolica. Gli amici del mio Non-Restaurant si leccano i baffi.

Quando è periodo vado in macchina fino a Fuscaldo e prendo una cassetta di alici. D'estate mi avvantaggio e conservo sottolio le mie melanzane e le zucchine dell'orto. Con i pomodori faccio i pelati. Un conoscente mi fa arrivare la nduja da Spilinga, un altro le ricotte da Croce di Magara. Abbinate sono spettacolari. Nel sottobosco del mio castagneto raccolgo l'origano selvatico.

Quando sono ai fornelli mi lascio guidare dai colori e dai profumi. Dove sento che serve aggiungo la menta, una foglia d'alloro, un rametto di rosmarino. Ma non sono proprio un autodidatta: ho imparato da mia madre Ada. Orchestrava i sapori per una famiglia numerosa. E non so se la guardassi mentre spadellava, sminuzzava, aggiustava di sale le pietanze. Ma qualcosa di quei gesti mi è rimasto dentro. E cucinare mi è venuto naturale". 

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com