DA GORAN KUZMINAC A GIORGIO CONTE, A CATANZARO MUSICA SULL'ALTARE BAROCCO DELL'PRATORIO DEL CARMINE. SONO NOT(T)E D'AUTORE

di Roberta Caruso  23/02/2017

Giorgio Conte all'oratorio del Carmen

Da una rassegna di musica d’autore sono partiti e in un’altra si sono ritrovati. Il primo incontro di Gianfranco Riccelli e Marcello Barillà è avvenuto a La Spezia nel 2012 in occasione di una due giorni dedicata al cantautorato italiano. Oggi, insieme, sono gli organizzatori di Not(t)e d’Autore, la rassegna che fino al 31 marzo, ogni venerdì, ospita musicisti locali e nazionali nell’Oratorio del Carmine, una cappella tardo barocca tra le più belle opere architettoniche del centro storico di Catanzaro.

 

La nuova offerta culturale di Catanzaro

“L’’idea è nata per contribuire al trend positivo che da qualche tempo attraversa questa città con iniziative importanti come Altrove Festival, il Museo del Rock, il Teatro Incanto e tante altre che stanno riqualificando l’offerta culturale di Catanzaro” esordisce Marcello Barillà, giornalista-cantautore. L’incontro con Riccelli, fondatore del gruppo Arangara (genere etno-rock-autorale) - nato a Bologna sulla scia del collettivo Emirati Calabri Uniti - e della omonima associazione culturale che promuove la rassegna catanzarese, ha dato vita a una speciale unione artistica. Insieme firmano tre brani dell’album “Indietro non ci torno”, l’ultimo lavoro degli Arangara che contiene anche due inediti: Le mie scale di Claudio Lolli e Nato Ieri di Pierangelo Bertoli.

1/4

Duecento spettatori a sera

“Contrariamente agli anni ‘70/’80 in cui la musica d’autore era un fenomeno di massa, oggi questo genere appartiene a un pubblico di nicchia. Con questa rassegna abbiamo voluto dar modo agli appassionati di sentirsi meno soli e ritrovarsi in questo luogo familiare per poter godere insieme della musica che amiamo”. Almeno 200 spettatori a sera.

"Eppure Soffia", Alberto Bertoli reinterpreta il celebre brano del padre

Musica italiana d'autore e cantautorato locale

Da Goran Kuzminac a Flaco Biondini, storico chitarrista di Francesco Guccini, al salentino Mino De Santis, Alberto Bertoli (figlio di Pierangelo), Peppe Columbro,  la rassegna ha portato in città ospiti come Giorgio Conte lo scorso venerdì e continuerà il 24 febbraio con Alberto Bertoli, per poi proseguire fino alla fine di marzo con Luigi Grechi, Paolo Capodacqua, Cataldo Perri, Max Vigneri e Paolo Sofia, autore e cantante dei QuartAumentata. Spazio anche al cantautorato locale con Peppe Fonte e Giosuè Masciari con il suo gipsy jazz.

 “Abbiamo potuto dar vita a una rassegna unica nel suo genere sul territorio calabrese, anche grazie al supporto della Regione Calabria, che ci ha dato fiducia. Il contributo più importante però è sicuramente quello di Don Massimo Cardamone, parroco della Chiesa che ci ospita. Con intelligenza, apertura culturale e grande sensibilità allestisce ogni venerdì  l’altare in un vero e proprio palcoscenico”.

GOOD NEWS

Segnalaci la tua buona notizia! manda una mail a

calabriacult@gmail.com

Please reload

seguici anche sui social

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle

Paesaggi Umani: Simona, Filippo, Claudia, Roberto, Renato. Segui le loro storie. E tu, quale Calabria sei?

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com