(PAESAGGI UMANI)

Nicola, "la mia passione si chiama zampogna"

E’ stato tutto molto spontaneo. In un attimo ho capito l’importanza di quello che da anni stavo portando avanti quasi inconsapevolmente. Mi chiamo Nicola e sono uno zampognaro. Mastro Peppino mi ha insegnato tutto. Fin da piccolo mi portava con lui a suonare il tamburello - perché ero ancora troppo giovane per imparare la zampogna - durante le feste più belle del paese, nelle processioni quando la musica segue immediatamente il santo, nelle serenate che ancora si usano fare prima dei matrimoni, nei raduni di tarantella. È sempre stata una figura importante quella del mastro di zampogna qui in Calabria. È una persona rispettabile, al centro del paese nelle occasioni di festa, batte il tempo della vita sociale nel segno delle tradizioni. Di base c’è però grande umiltà e senso di rispetto versi gli altri e verso il ruolo. 

Io volevo diventare come Mastro Peppino, bravissimo e saggio. Ha capito prima degli altri che questa arte si stava perdendo. Un giorno, durante la processione di San Nicola ad Antonimina, mentre stava suonando un po’ dolente per la sua artrite, si gira verso di me – avevo appena ricevuto in regalo una zampogna per i miei 18 anni- e mi passa lo strumento invitandomi per la prima volta a suonarlo in pubblico.

In quel momento mi sono sentito caricato di una profonda responsabilità e di un grande onore: nessuno prima di allora lo aveva fatto. Quasi mi tremavano le gambe, tuttavia era quello che avevo sempre sognato. Allora la imbraccio con decisione e inizio a intonare le prima note, sotto lo sguardo compiaciuto dei miei compaesani e tra le lacrime di commozione del mio maestro. Aveva passato il testimone, era molto soddisfatto in compenso. Da allora ha chiamato a sé altri ragazzi che, come me, hanno fame di imparare. 

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com