(PAESAGGI UMANI)

 (PAESAGGI UMANI)

Menia, vietato calpestare i sogni

Emanuela, coraggio&filosofia

“Ero un ingegnere e lavoravo nell’azienda di famiglia, un’azienda che, dopo aver denunciato la ‘ndrangheta ha dovuto licenziare 33 dipendenti, me inclusa. La paura nei confronti di chi più volte ci aveva minacciato, la mancanza di tutele da parte dello Stato ed il senso di vuoto e solitudine generato da questa situazione paradossale, sarebbero stati dei buoni motivi per andare via a gambe levate da questa terra tanto bella quanto difficile. Ma credo che decidere di restare in Calabria sia stata una decisione tanto rischiosa quanto importante.

Ho scelto di essere prima di tutto madre e con il progetto “Mamma Menia” voglio stimolare le donne, soprattutto quelle lavoratrici, a essere fiere e orgogliose di questo importante impegno e onore. Lavorare con sacrificio per contribuire alla costruzione del futuro dei propri figli è il migliore esempio che a loro si possa dare. Rendere partecipi i bambini della propria vita, delle proprie scelte e delle proprie difficoltà vuol dire fare di loro uomini e donne consapevoli e responsabili. Tutto questo sempre e soltanto con il sorriso che ammorbidisce la vita, la rende più leggera e spalanca davanti agli occhi di una famiglia le porte della bellezza, della complicità e dell’amore incondizionato.

Poi ho scelto di andare ancora oltre.  Creare impresa partendo dal territorio, dalle risorse e da ciò che di bello permane. Fare. Agire per generare valore, sviluppo, occupazione e crescita è diventata per me una missione che, grazie a Dreamlab e al mio sogno di coccole, sta diventando sempre più concreta e tangibile.  Seleziono eccellenze enogastronomiche ed esperienziali su tutto il territorio nazionale partendo dalla Calabria e creo “cofanetti di coccole”. Esperienze che fanno riscoprire la gentilezza, il gusto per la semplicità, l’importanza del volersi bene.  Sogno una Calabria diversa, capace di emergere per esempi positivi. Ma sognare non basta ed allora, a testa alta, lotto per realizzare uno degli obiettivi più importanti della mia vita: fare del mio sogno una azienda innovativa “made in Calabria”. Mio figlio Giuseppe dice sempre che se ognuno di noi rinuncia a una sola briciolina del proprio Sogno il mondo diventa secco.  Per questo voglio offrire un esempio, affinché i miei figli Giuseppe, Andrea Luna e tutti i giovani calabresi possano trovarsi nella condizione di scegliere: partire non può più essere intesa una decisione obbligata. Dobbiamo renderci conto che andando via scegliamo di lasciare un territorio meraviglioso che ha tutte le potenzialità per essere il posto giusto in cui costruire il proprio futuro”.

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com