(PAESAGGI UMANI)

La missione di Maria Olimpia

"Il greco calabrese sta sparendo da Bova e da tutta l'area grecanica. Ma io sono una nativa parlante e da pochi anni una  linguista. Non mi arrendo. Ho fatto richiesta a Cambridge  per un dottorato sul contatto linguistico tra greco di Calabria e dialetto calabrese. Richiesta subito accolta: l'università del Regno Unito è molto attenta alle varietà dialettali italiane. E ha voluto estendere la ricerca anche al rapporto tra greco di Puglia e dialetto salentino. Un'esperienza straordinaria: sono entrata dentro la lingua, in ogni sua struttura sintattica. Sono partita dagli studi del tedesco Gerhard Rohlfs e sono arrivata alle radici del greco antico, comprendendo anche le forme invisibili del nostro dialetto, solo apparentemente sgrammaticate. In realtà risalgono a Omero. 

I miei colleghi si sono appassionati e sostengono la mia causa: quando organizzo corsi di greco calabrese accorrono da tutte le parti del mondo. Ma io invece penso ai giovani di qui che abbandonando  la lingua e perdono una parte della propria identità. Quella grecità che in queste zone si intreccia con influenze arabe, armene, spagnole, restando sempre prevalente. La mia è una missione. E sono ottimista: possiamo recuperare la lingua perduta".

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com