(PAESAGGI UMANI)

Isabella, la mia vita è un  fazzoletto di Sila

Il senso di Roberto per la cucina

"Sono solita presentarmi come Isabella Biafora di Jure Vetere perché questo complemento di denominazione esprime più del mio nome e del mio cognome quello che io sono. Non so se affermare che la mia è una scelta o una conseguenza predestinata dovuta ai più diversi accadimenti che ho vissuto dalla nascita. Forse entrambe le cose, certo ho avuto la fortuna di poter scegliere di fare qualsiasi esperienza, tante ne ho vissute, ma ad un certo punto, il  famoso ''richiamo della foresta'' si é risvegliato prepotentemente in me. Impellente esigenza del mio animo  turbolento e tormentato fu, ad un certo punto della mia vita, trovare la  quiete saziante in un'apparentemente ''vita dura''.  Così a 25 anni, il mio corpo e la terra, un fazzoletto di Sila calpestato fin da bambina, sono diventati i  poli opposti di due calamite. Non so se definirlo amore o stato di necessità, ma certamente non potrei più tornare indietro. E' come un rapporto tra madre e figlia, la terra è madre ed io la figlia ma alle volte diventa vero  anche il contrario, uno scambio di amore continuo. Una madre non abbandonerà mai la propria figlia. Jure Vetere per me è madre e come tale ha curato le mie debolezze e aiutato a crescere la mia resistenza alla vita. Jure Vetere per me è figlia e come tale ha bisogno della mia guida per crescere e  mantenere intatta la sua verginità lasciando che un giorno diventi madre per chi la vivrà dopo di me. E dove c'è terra c'è vita, sotto ogni sua forma, vegetale, animale ed umana. Parlare di me quindi non so fare, posso solo raccontare una storia antica che si chiama Jure Vetere, che narra di una Terra  Santa, fertile e primitiva, che profuma di boschi di pino, ricca di fiumi dalle acque fresche e trasparenti, dove le stelle nel cielo di notte sembra di poterle prendere con una mano. Dove l'aria è sempre fina e odorosa in ogni stagione, una terra dove allevare animali diventa rispetto per la natura e non sfruttamento. Io godo ogni giorno di tanta bellezza".

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com