PIANTE VIRUS ESENTI, CINEMA INNOVATIVO, FABLAB PER COSPLAY, COLINVING NELLA TONNARA E PITAGORA IN REALTÀ AUMENTATA: È LA CALABRIA PROGETTATA DAI PIÙ GIOVANI

Tre giurie hanno valutato le idee d'impresa di 13 team composti da studenti di licei e istituti tecnici: in 5 sul podio con progetti innovativi, che restituiscono i beni comuni  alla collettività. Con 30mila euro ciascuno procederanno con i lavori, affiancati da Talent Garden Cosenza, Fondazione Vodafone Italia e Fondazione Con il Sud.

Sono quelli che non se ne vogliono andare, almeno 1000 cervelli. Vogliono provare a sviluppare il proprio talento in Calabria. Frequentano ancora la scuola, hanno tra i 17 e i 21 anni,  ma studiano da imprenditori. Arrivano dai licei e dagli istituti tecnici di quasi tutta la regione i ragazzi che hanno partecipato alla business competition Giovani & Futuro Comune: ieri la finale all'auditorium Guarasci di Cosenza. Dei 13 team partecipanti, 5 sono saliti sul podio, convincendo con le loro idee-progetto tre giurie composte da imprenditori, istituzioni e organizzazioni non profit.

L'iniziativa, giunta alla seconda edizione, promossa da Goodwill, è un'idea di Anna Laura Orrico, cofounder di Talent Garden Cosenza: l'obiettivo è quello di stimolare l’autoimprenditorialità e il protagonismo degli studenti. Coivolgere  i giovani nella valorizzazione dei beni comuni del loro territorio, elaborando forme di intervento sostenibili, a carattere imprenditoriale e socialmente responsabile, mettendo al bando la cultura assistenzialista. 

Durante il loro percorso (formazione, progettazione, competizione e realizzazione del progetto) i ragazzi hanno lavorato su 10 beni messi a disposizione dai Comuni interessati all'iniziativa: la Città dei ragazzi di Cosenza, il Museo del Presente di Rende, il Centro Servizi Avanzati Condoleo a Belcastro, l'Abbazia di Corazzo a Carlopoli, il Parco della Biodiversità di Catanzaro, l'ex museo della Tonnara di Vibo Valentia, il Cetro Studi di Pizzo, il Parco Pitagora di Crotone, l'ex Cinema Argo di Rosarno, il Parco Archeologico di Reggio Calabria. 

Gli studenti a lavoro

I 5 team vincenti

1)Micro Tech: il sogno e l’idea di business ambiziosa e innovativa di 5 ragazzi di Catanzaro, Farag Abdelrahman, Alì Hassanin, Emanuela Laratta, Nicola Rattà e Luca Scarfone - team eterogeneo per provenienza geografica e  competenze acquisite tra i banchi di scuola -  è dare vita, nel Centro Servizi Avanzati Condoleo (Belcastro/Mesoraca) a un laboratorio di micro propagazione per la creazione di piante virus esenti.

2) Experience House è un giovanissimo gruppo di quattro ragazze: Elisabetta Artusa, Wanda Lo Schiavo, Federica Rubino, Laura Scrugli progettano una residenza temporanea d'artista all'interno dell'ex museo della Tonnara (VV). Un luogo pensato per i nomadi digitali, un posto in cui andare oltre la fruizione del desk di lavoro, dove condividere idee, competenze, creatività. Uno spazio di life crossing in cui coabitano modernità e storia, enogastronimia responsabile, arte e cultura, innovazione e identità il tutto in un armonioso meltingpot.

3) Virtual Agorà è un progetto di Ludovica Arconte Tommaso Laporta, Tommaso Murgeri, Giulia Pugliese Nicoll Tallarico e Bruno Valenti. Riguarda la creazione di un percorso virtuale  all'interno del Museo di Pitagora di Crotone che, attraverso l'utilizzo di appositi visori per la realtà aumentata, consentirà agli utenti di acquisire conoscenze relative ad aspetti rilevanti ma poco consociuti della figura di Pitagora. Il team ha vinto anche il Premio Miglior Pitch e la possibilità di partecipare con un tirocinio all'interno del Cosenza Film Fest che si svolgerà a settembre, promosso dall'associazione Le Pleiadi.

 

4) Argomens: Domenico Bellocco, Sofia Castagna, Alessandro Catalano, Francesco Ciurleo, Dario Cunsolo, Federica Orfanò, Antonio Spataro, Vincenzo Zurzolo vogliono restituire un bene alla comunità. Valorizzare in un territorio difficle per i giovani come Rosarno, l'ex cinema Argo, chiuso da tempo,  rendendo indipendente e innovativo con proiezioni di pellicole in lingua originale, documentari e corti.

5) Otakube: è il  team di Alessia Bosco, Francesco Gallo, Luigi Giordano, Erica Millea e Simone Urso. Hanno progettato il primo FabLab dedicato al mondo Cosplay, all'interno di uno spazio, quello della Città dei ragazzi di Cosenza, dove amanti dei fumetti, videogames, cinema, anime e manga possano ritrovarsi. Un ambiente dinamico, creativo e innovativo dove mettere in condivisione attrezzature, materiali e fonti d'ispirazioni necessarie. Per contaminarsi ed esprimere la propria passione nel creare “i panni” del proprio personaggio. Il team ha vinto anche il premio 012FAactory Calabria che offrirà un percorso di accelerazione di 6 mesi.

 

 

I ragazzi di Argomens

Il team femminile di Experience House

«E’ difficile trovare qualcuno che ascolti una voce più inesperta, che ci dia spazio e che ci faccia sentire parte importante della società. Non basterebbero ringraziamenti infiniti per farvi rendere conto di quanto io vi sia grata, e non basterebbe il tempo per riconoscervi tutti i meriti che vi dobbiamo», scrive in un post Emanuela Laratta per ringraziare gli organizzatori.

Talent Garden, il passo successivo è un campus permanente

I cinque progetti d'impresa, finanziati ciascuno con 30mila euro, avvieranno i lavori affiancati da Talent Garden Cosenza, dalla Fondazione Vodafone Italia,  Fondazione “Con il Sud” e dal Giffoni Innovation Hub, la creative agency ispirata e promossa da Giffoni Experience, che si occupa di ideare e sviluppare soluzioni innovative, strategie e format legati al mondo dell'arte, della cultura e del digitale.

«Per il futuro abbiamo in programma di trasformare la business competition in un campus permanente - annuncia Anna Laura Orrico - per ragazzi tra i 14 e i 25 anni, interessati ad affrontare un percorso formativo per la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale della Calabria. E poi, chissà, potremmo replicare l'esperienza oltre i confini regionali».

Anna Laura Orrico

di CalabriaCult | 11/05/2017

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com