Il mare, il vento e Pitagora, Crotone scommette su vela e cultura

Ultima nelle classifiche sulla qualità della vita, la città riparte da sport, musica, teatro e letteratura. E anche dalla cucina gourmet

di Gabriella Cantafio  2/02/2017

La Cenerentola d’Italia attende un principe azzurro che la faccia risalire da quell'ultimo posto riservatole dalla classifica stilata dall'Università La Sapienza di Roma in collaborazione con Italia Oggi sulla qualità della vita nelle 110 province italiane. Basterebbe forse solo che Crotone recuperasse la propria storia, l’antica magnificenza donata da grandi pensatori del passato come Pitagora che giunse da Samo per istituire in città la sua scuola, la saggezza di Alcmeone, padre fondatore della medicina antica, e il vigore di atleti crotoniati come Milone che si contraddistinse ai giochi olimpici dell’antica Grecia.

 

I dati dell'Osservatorio economico provinciale

Ma bisogna fare i conti con un tasso di disoccupazione al 31,5%, con un balzo del 15,8% rispetto alla rilevazione precedente del 2014. Un dato più allarmante sia rispetto al 22,9% regionale sia all’11,9% nazionale. Sono 1.167 le nuove imprese, 906 quelle cessate. E 155 le strutture ricettive che rappresentano appena il 5,3% dell’offerta regionale, come risulta dai dati dell'Osservatorio economico provinciale della Camera di Commercio di Crotone relativi al 2015.

 

Quando Crotone era la Stalingrado del Sud

Sono alcuni dei primati negativi conseguiti dall’antica Kroton, un tempo florido centro della Magna Graecia, che solo nel secolo scorso si era guadagnata l'appellativo di Stalingrado del Sud: ospitava grandi industrie, la Pertusola Sud, l’Enichem la Montedison, che rappresentavano la forza economica dell’intero territorio. Adesso non rimangono che gli scheletri delle fabbriche, siti archeologici trafugati e non valorizzati, una bonifica tanto discussa ma mai effettuata, un’economia che stenta a decollare accentuando i flussi emigratori.

Video correlato

Il BPER Banca Crotone Optimist Campionato Europeo  che si è svolto dal 15 al 22 di Luglio a Crotone

GOOD NEWS

Segnalaci la tua buona notizia! manda una mail a

calabriacult@gmail.com

Please reload

seguici anche sui social

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle
  • Google+ - Grey Circle

Crotone, Silos Pertusola Sud

Il primato degli imprenditori under 35

Nonostante tutto, però, si scorgono all’orizzonte barlumi di positività. Come il primo posto nella classifica degli imprenditori italiani under 35 (il 15,3% del totale). D'altronde, giovani e promettenti sono gli chef che hanno contribuito a far balzare la Calabria tra le cinquantadue mete imperdibili suggerite dal New York Times per l'alto livello della cucina e dei suoi prodotti, tra cui si fanno notare i crotonesi Caterina Ceraudo del celebratissimo Agriturismo Dattilo e Natale Pallone del Ruris, a Isola di Capo Rizzuto.

La città aspetta di tornare a volare

Eppure a Crotone è un problema anche volare. Dal 31 ottobre gli aerei non decollano più dall’Aeroporto Sant’Anna: il fallimento della società di gestione pubblica nel 2015 ha poi lasciato il posto a un esercizio provvisorio concesso proroga dopo proroga alla curatela fallimentare, sino alla costituzione della newco Sagas, un bando Enac tutto da rifare, un comitato di cittadini e tante lotte che finora non hanno ridato le ali alla cittadinanza crotonese. Senza nemmeno collegamenti ferroviari, con una strada statale che attende interventi per la sicurezza, la cittadina calabrese che si affaccia sulle cristalline acque del Mar Jonio, nonostante la sua storica bellezza, si interroga sul suo destino.

 

Il sindaco Pugliese annuncia un tavolo tecnico per la bonifica del Sin

Il sindaco Ugo Pugliese, alla guida della città da circa sette mesi, fa il punto della situazione: “Due giorni fa si è tenuto il cda della newco Sagas: il Tar ha definito illegittimo il bando pubblicato da Enac, che escludeva la società crotonese dalla gara per la gestione dell’aeroporto Sant’Anna, ma ancora ufficialmente non abbiamo ricevuto alcuna notifica, non sappiamo se Enac ha fatto ricorso al Consiglio di Stato, dunque non ci resta che aspettare per poi fare le dovute valutazioni. Nel frattempo però stiamo ponderando alcune azioni per assicurare l’apertura dell’aeroporto entro quest’estate” dichiara Pugliese lasciando trapelare un certo ottimismo.

E interviene anche sulla bonifica del SIN (Sito di interessa nazionale soggetto a bonifica), di cui in città si discute da circa un ventennio. “Mercoledì 8 febbraio si terrà un tavolo tecnico-istituzionale con Syndial, Ispra, A.R.P.A. Cal., Capitaneria di Porto, Autorità Portuale e tutte le  organizzazioni e istituzioni per comparare gli effetti ambientali, economici e sociali di due diverse soluzioni progettuali, l’una di bonifica, l’altra di messa in sicurezza permanente” aggiunge Pugliese, annunciando il primo passo decisivo verso l’accelerazione degli interventi di risanamento dell’area dell’ex sito industriale e messa in sicurezza del territorio.

Fra le prime azioni positive della sua gestione, la rilevazione delle quote di capitale della società Marina Spa da parte del Comune per riattivare il Porto di Crotone che, come lui stesso afferma, “potrebbe rappresentare un volano di sviluppo economico, tra lavoro diretto e indotto, ma anche un’ infrastruttura fondamentale, di pari passo con l’aeroporto, per lo sviluppo turistico della città”.

​La cultura in città

Se le eccellenze del territorio, soprattutto quelle agroalimentari, stimolano la ripresa, primo fra tutti il vino ma anche il peperoncino e il bergamotto, anche la cultura spinge nella stessa direzione. Oltre alla promozione di eventi culturali ad opera dell’amministrazione comunale, come per esempio il calendario di spettacoli di animazione, teatro e concerti organizzati durante le festività natalizie, in assenza della Stagione Teatrale che pare possa essere presto riesumata, tra le iniziative più interessanti  spicca il Festival dell’Aurora giunto alla XVII edizione grazie all’impegno della Fondazione Odyssea guidata dal presidente Giovanni Lentini: "L’evento nacque come rassegna di musica classica, nel mese di maggio, durante la celebrazione della Madonna di Capocolonna, festa compatronale crotonese - spiega Lentini -   ma dopo qualche anno di fermo, nel 2013, l’abbiamo preso in mano e rivitalizzato con una commistione di arti, dalla musica d’autore al teatro sino alla letteratura, ampliando così la platea dei fruitori”. E' un'iniziativa di successo anche la Rassegna Musica e Cultura in libreria promossa  ormai da decenni da Paolo Cerrelli, unico libraio sopravvissuto in città: “Svolgo quest’attività da trent’anni, ho assistito alla chiusura di tante librerie, al calo delle vendite, e certe sere mi chiedo chi me lo fare - racconta Cerrelli -  E proprio a tale domanda esistenziale rispondo quotidianamente con la passione e il desiderio di portare avanti la tradizione familiare e contribuire a coltivare l’humus fecondo che genera nuova cultura in città”.

Cultura, appuntamenti in libreria

Jobel e il Teatro della Maruca: matematica e burattini

Molto apprezzate e seguite anche le attività ludico-didattiche e divulgative organizzate all’interno dei Giardini e Museo di Pitagora, pluripremiata struttura comunale con 17 exhibits dedicati al pensiero pitagorico. Gestita e valorizzata dal Consorzio di Cooperative Sociali Jobel, dopo un lungo periodo di abbandono, è divenuta un’oasi verde in cui matematica, scienza e cultura si incontrano donando ai visitatori un’esperienza unica sulle orme del filosofo di Samo. 

Attira un folto pubblico di famiglie anche la creatività dei giovani fratelli Angelo e Carlo Gallo, rispettivamente burattinaio scenografo e attore, che cinque anni fa hanno dato vita al Teatro della Maruca, primo spazio off della città in cui organizzano laboratori e performance teatrali ma soprattutto spettacoli di burattini, che li contraddistinguono in tutt’Italia.

Il Club velico cavalca l'onda della rinascita

Ma la città di Crotone affida il suo futuro anche allo sport: una squadra di calcio in serie A che proietta in avanti il territorio e un Club Velico che è fra i più attrezzati d'Europa, con un parco barche e una logistica che attrae atleti olimpici e federazioni nazionali. A presiedere il club, nato nel 2012, come circolo di famiglie per educare i ragazzi allo sport, è Francesco Verri, avvocato crotonese, che ben presto ha trovato nel mare e nel vento il leitmotiv della rinascita.

 

La seconda edizione della Carnival Race

Il presidente Verri, con il bottino dei successi conquistati lo scorso anno con gli Optimist European Championship e la Carnival Race, per la seconda edizione della regata invernale arricchisce il calendario sportivo con appuntamenti culturali. Dal 21 al 28 febbraio, in concomitanza con le regate che vedranno impegnati circa 300 atleti  provenienti da tutta Italia, dal Lago di Como  a Palermo - ma anche da Russia, Israele, Ungheria e Turchia -  sono in programma concerti, opere teatrali, incontri letterari, lezioni magistrali e sfilate in maschera. Partecipano Simone Cristicchi, la street band londinese Dat Brass, gli scrittori Domenico Dara e Pietro Grossi, e diverse eccellenze locali. A supporto delle manifestazioni, il Comune di Crotone, la BPER,  la Camera di Commercio, la Regione  e l'Autorità Portuale di Gioia Tauro. “Miriamo a storicizzare la Carnival Week, ispirata alla Barcolana di Trieste, per attirare ogni anno, in periodo di bassa stagione,  migliaia di persone e non solo gli appassionati dello sport” afferma Verri mostrando la tabella che attesta la previsione di circa 3.750 pernottamenti in alberghi e b&b crotonesi durante le giornate della Carnival Race. Che salgono a 21.462 considerando tutto l'anno. 

 

Sport, cibo e cultura: la ricetta per il futuro della città

Coniugando lo sport con il cibo e la cultura, dunque, aggiungendo ricche dosi di competenza e determinazione, e un pizzico di sana cooperazione, viene fuori la ricetta magica per ridestare la città di Crotone con la compartecipazione di enti, associazioni e cittadinanza. Per smettere la maglia nera e indossare l’abito migliore per la Carnival Week ormai prossima in quella che sta divenendo la Coverciano della vela.

1/4

Le regate del Club Velico

Paesaggi Umani: Simona, Filippo, Claudia, Roberto, Renato. Segui le loro storie. E tu, quale Calabria sei?

Paesaggi mozzafiato, talenti emergenti e maestranze specializzate creano la nuova filiera del cinema calabrese. E l’Oscar ad Alan Barillaro, originario di Mammola, allarga l’orizzonte

Il fenomeno della street art calabrese esplode a Catanzaro, nel 2014, con la prima edizione di AltRove festival, una kermesse che attira nuovo turismo culturale. 

La cucina tradizionale calabrese diventa contemporanea. E conquista l'America 

Viaggio nella Calabria dell'accoglienza, tra minoranze etnico-linguistiche  e nuove comunità.

A Mammola,  il Musaba accoglie visitatori da tutto il mondo. Dopo 50 anni le istituzioni si impegnano a sostenere il progetto.

Please reload

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com