Turismo ispirazionale, 

il Festival dell'ospitalità fa tappa a Carfizzi

di Calabria Cult | 03 Luglio 2017

Un tour estivo, che mette in rete operatori e innovatori del settore turistico, attraverso confronti e condivisioni di esperienze virtuose di respiro nazionale. Più esattamente un Inspiring Tour che penetrerà nei prossimi giorni il cuore dell’Arberia crotonese, a Carfizzi,  per poi proseguire a Montalto Uffugo e Napoli.  Ha esordito in aprile con una tappa speciale in Valsamoggia (BO), ospite di Destinazione umana, impresa che promuove il turismo ispirazionale.

È solo un assaggio della terza edizione del Festival dell’ospitalità di Scilla, che quest’anno torna il Calabria dal 29 settembre al 1 ottobre. 

Sostenibile, autentico, rispettoso del territorio e delle sue tradizioni: ecco il turismo di cui si discuterà il 7 luglio a Carfizzi, nel marchesato crotonese, tra lo Ionio e la Sila. Un piccolo centro che ha dato i natali allo scrittore Carmine Abate, rinomato per i vini, l’oreficeria tradizionale e la tessitura a telaio di coperte variopinte con disegni tipici della lavorazione albanese. Luigi Alfieri e Natalia Karpman -  lui è un giovane imprenditore del posto, lei russa ma calabrese d’adozione – racconteranno il progetto South of Italy, una guida ed un portale di informazione turistica dedicato al Mezzogiorno, rivolto a un pubblico internazionale. L’idea è quella di rendere il Sud Italia un unico grande attrattore, superando la frammentazione dell'offerta e della promozione delle destinazioni di viaggio, per offrire ai visitatori un’ unica esperienza articolata in più tappe. «Sempre all’insegna della convivialità, della bellezza, della genuinità, della lentezza», sottolinea Luigi che prenderà la parola nel Parco dedicato allo scrittore Carmine Abate, presentando anche il suo progetto di ospitalità diffusa per arginare lo spopolamento dei borghi delle aree interne. Un fenomeno inarrestabile nella zona dagli anni ’60 a oggi.

Carfizzi, marchesato crotonese, tra lo Ionio e la Sila.  Un piccolo centro che ha dato i natali allo scrittore Carmine Abate, rinomato per i vini, l’oreficeria tradizionale e la tessitura a telaio di coperte variopinte con disegni tipici della lavorazione albanese

Luigi Alfieri e Natalia Karpman

A Carfizzi ci sarà anche Pierluigi Virelli, ricercatore e musicista cutrese, che diffonde e difende la cultura orale calabrese, riattualizzando le tradizioni. Racconterà la sua visione dei territori anche attraverso gli strumenti della musica popolare.

La giornata prevede, dunque, due sessioni formative: la prima si concentrerà sulla promozione turistica e territoriale, con l’intervento di Francesco Biacca (socio fondatore di Evermind ), di Luigi Alfieri e Nicola Besci di Calabria in Bici, un progetto per la realizzazione di un percorso cicloturistico  sostenibile in Calabria. La seconda vedrà invece protagonisti i nuovi modelli di ospitalità già operativi in Calabria: Roberta Caruso presenta la sua Home4Creativity, esempio di coliving che unisce filosofia dell’abitare e impresa, riconvertendo le case private in residenze condivise e creative. Stefania Emmanuele racconterà l’esperienza di BorgodiFiume, albergo diffuso a Fiumefreddo Bruzio che si ispira al turismo slow: territorio, cultura, comunità, eccellenze agroalimentari, sana alimentazione.

A seguire una tavola rotonda, moderata dalla social media manager Sara Bitonti, cui partecipano i rappresentanti di My Club Velico di Crotone, Hera Ora CooperativaItalia Nostra Casabona, Join Calabria, l’associazione Il Barattolo,  Ostello Bella CalabriaCiclofficine TR220.

Si conclude in musica con il concerto di Pierluigi Virelli, in attesa dell’evento di fine estate a Scilla. Anche quest’anno a organizzare il Festival dell’Ospitalità è  la co-agency Evermind in collaborazione con Fare Digital Media, il Touring Club Reggio Calabria e Home for Creativity: un ragionamento a più voci sui cambiamenti profondi che stanno investendo un settore, quello turistico,  che nonostante tutto dà chiari segni di vitalità.

«Per la terza edizione del Festival vogliamo dare un messaggio chiaro -  afferma Francesco Biacca, fondatore di Evermind  - di ospitalità in Calabria si può vivere tutto l’anno, il turismo offre grandi opportunità, ma ha bisogno di passione e competenze, creatività e formazione, autenticità e strategia. Per questo ci concentreremo su tre concetti chiave che riguardano il turismo: ospitalità, opportunità e promozione. Combinati insieme creano un nuovo modello di sviluppo: sostenibile, autentico, rispettoso del territorio e delle sue tradizioni. In cui è ospite che arriva e chi accoglie».

  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com