GIOSTRA vecchia 

il centro storico sta tornando

CHI SIAMO

AZIONI

COSENZA CITY SCHOOL

Re-Imaging Cosenza

visioni dal futuro della città

 

Comunità e impianto urbano. Trame sociali e architettura. Poetica degli spazi e ingegneria narrativa.  Giostra Vecchia, il Laboratorio Urbano di Villa Rendano, cerca, studia e propone soluzioni per il centro storico di Cosenza.

La mission è precisa: recuperare i luoghi e gli insediamenti umani per generare bellezza. 

Le Azioni | Creare un cambiamento positivo sul territorio, recuperare i luoghi, smuovere le molte e frammentate comunità. Generare bellezza, facendo leva sui principi della democrazia partecipativa e sull’innovazione sociale, sulla scia di esperienze già maturate a livello internazionale. Contrastare il degrado urbano considerando gli spazi nelle loro diverse sfaccettature: fisico-geografiche, strutturali, architettoniche, ambientali, sociali, economiche, filosofiche, artistiche. Comprendere le relazioni di senso tra manufatti architettonici e trama insediativa. Indagare il rapporto tra comunità e impianto urbano per elaborare nuovi scenari di trasformazione urbana condivisa. Creare un serbatoio di idee e soluzioni per la collettività. Ritrovare – riscoprire, recuperare, rinnovare -  la cifra identitaria, il carattere, lo spirito, la poetica della città, valorizzando le vocazioni e i saperi territoriali con il contributo di tutti gli attori della scena urbana. Aprirsi al confronto con altre realtà (quartieri, borghi, città) italiane e straniere.

CAMBIA/MENTI

Azioni di agopuntura urbana per nuovi processi creativi

citylife  Visioni digitali di Diego Mazzei

1/2

1/2

1/2

INFO/GRAPHIC

A cura di Giorgia Golia

SpoPOLAMENTO

(REALISTICAmente)

Ma anche con azioni dal grande potenziale rigenerativo, mettendo insieme ingegneria e architettura, antropologia, ambiente e patrimonio culturale e nuovi modelli di trasformazione sociale come strumenti di cambiamento. 

Ma il punto di partenza del laboratorio urbano resta la città reale, vera, implacabile... con i suoi muri crepati, i tetti sfondati, cedimenti e macerie. E un'umanità che le somiglia, che resiste ma porta addosso i segni dell'abbondono. Della dimenticanza. Ci poniamo in ascolto.

Andriamo su è giù, dal passato al presente, dal presente al futuro, e qualche volta un salto più lungo da un tempo all'altro. Come su una giostra. Giostra Vecchia, appunto. Ecco cosa ci ha ispirati nel nome. Non solo il quartiere storico e leggendario di Cosenza  ma anche lo spazio  circolare del gioco: gli esercizi cavallereschi del Medioevo, i giochi popolari e la dimensione avveniristica - luci, suoni, colori - di cui offriamo presagi.

C'è una città surreale, che abita la dimensione del sogno. Pezzi di un centro storico sui quali una nuova immaginazione urbana  proietta  le forme del futuro. Vogliamo farne una nuova composizione, per dare corpo a una nuova esperienza avvalendoci dell'arte, del racconto, della fantasia. 

CO/ESISTENZE

Rilettura di  luoghi e personaggi del passato

per costruire la città del futuro

Testi podcast e videoart 

Le spezierie

"Dall’ingresso veniva fuori l’odore acre e caratteristico delle diverse spezie e droghe unito a quello di iodio e di etere. E tiravano avanti decorosamente tutte senza farsi alcuna concorrenza e senza gelosia di mestiere. La sera si trasformavano in piccoli cenacoli ed in vivaci ritrovi familiari ove si commentavano i fatti e gli avvenimenti del giorno".

"Visioni e Voci della Cosenza Vecchia", Luigi Rodotà, Pellegrini Editore

Ascolta il podcast

Le spezierie di CosenzaGiostra Vecchia
00:00 / 06:46

Futuribile

Composizioni

creative

di Stefania

Chiaselotti

sertorio (a) Quattromani

"Il mio paese natale è sempre stato un piccolo insediamento che non ha mai superato la soglia dei millecinquecento abitanti e negli anni Venti del secolo scorso assisteva
impotente alla perdita di quasi un terzo dei residenti costretti dalla fame e dalla miseria a emigrare in America"

"Sertorio (a) quattromani"Ugo Dattis e Paolo Veltri (Pellegrini Editore)

Ascolta il podcast

Sertorio (a) QuattromaniGiostra Vecchia
00:00 / 02:31
1/5

Futuribile

Composizioni

creative

di Stefania

Chiaselotti

I gran caffè del '900

"Allegro era il “Gran Caffè Gallicchio”al Corso Telesio che passò poi a don Peppino Pranno e quindi all’indimenticabile cav. Renzelli. II Gallicchio aveva due sale: la rossa e la verde  così denominate dal colore dei lunghi divani posti in giro lungo le pareti illuminate dal bianco chiarore dell’acetilene. II caffè era frequentato dalle personalità più autorevoli della cultura, della politica e del giornalismo e, nelle ore inoltrate della sera, dagli immancabili viveurs dell’encienne règime: due sa lotti che costituivano il centro della vita intellettuale cosentina".

 "Visioni e Voci della Cosenza Vecchia", Luigi Rodotà, Pellegrini Editore

I Gran Caffè del '900Giostra Vecchia
00:00 / 03:10

1/2

Futuribile  Composizioni  creative  di Stefania Chiaselotti

Leggere 

La città

Camminate e realtà aumentata

tra vicoli, archi, scise, salite.

Pausa caffè nella case 

1/2
  • https://www.facebook.com/calabriacul
  • https://www.instagram.com/calabria_c
  • https://twitter.com/calabria_cult
  • https://www.youtube.com/channel/UCh1

Il progetto non ha scopo di lucro: tutte le collaborazioni  si intendono a titolo gratuito

© Cambiamo il finale!

via Caparroni 15,

c/o Home for Creativity

87046- Montalto Uffugo (CS)

e.mail  calabriacult@gmail.com